Resi noti i dati 2015 per la movimentazione degli FCL

27 Gennaio 2016 Admin_TimeShipping

Sono stati resi noti nei primi giorni dell’anno i dati ufficiali per la movimentazione degli FCL nel 2015, per alcuni dei principali porti italiani.Porto di Genova: i primi undici mesi del 2015 segnano un aumento del 2.9% rispetto allo stesso periodo del 2014; il porto ligure ha infatti movimentato un totale di 2.054.737 TEU (dato aggiornato al 30.11).

Il dato è positivo nonostante la flessione generale dei traffici registrata nel mese di Novembre, dovuta soprattutto alla crisi del Far East. Porto di Venezia: record di traffico dello scalo lagunare con un totale pari a 554mila teu, in crescita del 21% rispetto al 2014, crescita ancor più significativa se rapportata agli anni precedente quando a Venezia si movimentavano poco più di 370mila container all’anno.

Da evidenziare anche i buoni risultati registrati nel settore ro-ro grazie alle linee con la Grecia e alla creazione del servizio totalmente intermodale tra Patrasso-Venezia-Francoforte con una modalità mista nave più treno.

"Il dato è positivo nonostante la flessione generale dei traffici registrata nel mese di Novembre."

Porto di Trieste: il traffico full container segna una leggera flessione rispetto al 2014 (-0.94%), positivo invece il traffico ro-ro che attesta Trieste come porto leader per l’intermodalità così come sottolineato dal Commissario dell’APT, Zeno D’Agostino: “Desideriamo far emergere che Trieste ha sempre più un carattere polivalente; traffico intermodale e ferroviario saranno le leve su cui puntare. Trieste deve crescere sempre di più guardando all’integrazione logistica terra-mare.”

Porto di Ancona: incremento del traffico FCL pari al +8.2% rispetto all’anno precedente, con una movimentazione di contenitori pari a 178.475 TEU. In aumento anche il traffico ro-ro che segna un +7.8% rispetto al 2015.

(fonte: autorità portuale di Genova, Venezia,Trieste e Ancona)